cataratta_chirurgia

L’aumento dei casi di cataratta nel mondo, dovuto al progressivo alzarsi delle aspettative di vita, ha permesso lo sviluppo di tecniche mediche meno invasive e più sicure, come il FEMTOLASER, tecnologia all’avanguardia utilizzata dall’équipe di CLK Torino.
L’unica terapia in grado di correggere i difetti di visualizzazione della cataratta è quella chirurgica, sostituendo il cristallino opacizzato con uno artificiale trasparente. Proprio in questo si riscontrano i vantaggi maggiori del laser a FEMTOSECONDI.

La migliore operazione di cataratta a Torino

Rispetto alla tradizionale operazione con bisturi, il FEMTOLASER presenta una lunga serie di vantaggi al paziente.

  • Maggiore precisione chirurgica. Nell’intervento di cataratta con Femtolaser, il laser esegue un taglio corneale estremamente preciso e misurato nella sua estensione e profondità.
  • minori complicanze operatorie. L’invasività della tecnologia FEMTOLASER è praticamente nulla, i tempi dell’intervento si abbattono (15 minuti circa complessivi) e si entra in sala operatoria solo nella fase finale dell’intervento.
  • minor traumatismo oculare. Il laser a Femtosecondi sostituisce il bisturi e le manovre manuali del chirurgo, diminuendo così il trauma dei tessuti oculari coinvolti.
  • più rapido recupero postoperatorio. L’operazione non prevede punti di sutura e gli effetti collaterali sono significativamente minori rispetto all’intervento tradizionale: l’uso del laser infatti contribuisce al maggior rispetto delle delicate strutture intraoculari.
  • possibilità di personalizzare l’intervento per ogni paziente con utilizzo di Imaging OCT 3D. Il laser permette di arrivare ovunque permettendo al medico di distinguere l’approccio chirurgico migliore a seconda del singolo caso specifico.
  • possibilità di impianto di AT IOLs, ossia lenti intraoculari ad elevata tecnologia che permettono anche la correzione di astigmatismo e presbiopia

Con l’utilizzo del laser a femtosecondi, i passaggi operatori per la cataratta diventano quattro:

1. Taglio della cornea
operazione-cataratta-taglio-cornea

3. Apertura dell’involucro cristallino
operazione-cataratta-apertura-involucro-cristallino

2. Tagli arcuati per la correzione astigmatismo
operazione-cataratta-tagli-correttivi

4. Frantumazione del nucleo cristallino
operazione-cataratta-frantumazione-cristallino

La conclusione è l’aspirazione dei frammenti cristallinici e l’impianto di un cristallino artificiale. Solo quest’ultima fase prevede il passaggio in sala operatoria, poichè l’intera operazione ha natura ambulatoriale.

A chi rivolgersi?

L’operazione di rimozione di cristallino opacizzato è, statisticamente, una delle più effettuate al mondo, visto l’alto numero di over 65 coinvolti. Anche per un’operazione che si può definire “di routine” come quella alla cataratta, però, la scelta della struttura deve ubbidire a criteri di massima qualità e professionalità.

CLK, microchirurgia e diagnostica oculare, è un centro di microchirurgia oculare avanzata, primo in Piemonte a dotarsi della esclusiva ed avveniristica tecnologia FEMTOLASER.

Sfruttando le apparecchiature all’avanguardia a scopo diagnostico, terapeutico e clinico della struttura, l’equipe di chirurghi esperti e altamente qualificati di oculistica CLK è in grado di effettuare interventi di cataratta e di correzione dei maggiori difetti refrattivi.

Catalys-apparecchiatura-cataratta

top